lunedì 27 ottobre 2014

I ragazzi della Scuola Gaio Cecilio Secondo al primo "Appuntamento con la storia"




Oggi è iniziata l'attività del Servizio educativo per l'anno scolastico 2014-2015 con la visita degli alunni della II e della III D della Scuola media statale Gaio Cecilio Secondo di Roma.



43 studenti, accompagnati dagli insegnanti Tiziana GIUSTOZZI,  Paolo ORTOLANI, Rosella TOTERA e Paolo PAOLINI, hanno potuto visitare l'Archivio e conoscere da vicino l'attività e il patrimonio dell'Istituto.


Una parte della visita è stata dedicata al tema della conservazione del documento e un'altra all'illustrazione della vicenda storica del rastrellamento del Quadraro, operato dai tedeschi il 17 aprile 1944, e dei documenti che la testimoniano. 



I ragazzi hanno posto molte domande e hanno scattato tante fotografie con i loro dispositivi mobili.



Alcuni, affrontando le difficoltà del manoscritto, si sono cimentati con la lettura ad alta voce di alcune testimonianze di rastrellati sopravvissuti alla deportazione. 
 E' stato un incontro molto piacevole e proficuo grazie alla competente collaborazione degli insegnanti e al corretto comportamento e alla vivace attenzione degli alunni.







L'anno è dunque cominciato molto bene!

giovedì 16 ottobre 2014

16 ottobre 1943 - 16 ottobre 2014

Per non dimenticare mai


giovedì 9 ottobre 2014

Attività didattiche dei servizi educativi MiBACT



Sul sito del S'ed - Centro per i servizi educativi dei musei e del territorio è stata pubblicata l'offerta formativa con le attività didattiche dei servizi educativi MiBACT di tutta Italia, per l'anno scolastico 2014-2015, consistente complessivamente in 683 schede di progetto. 

In base all'accordo interministeriale sottoscritto dal Mibact e dal Miur le  proposte didattiche saranno veicolate a tutte le scuole delle regioni italiane dagli USR.
 
Le scuole che intendono aderire alle proposte presentate dal Serzizio educativo dell'Archivio di Stato di Roma dovranno inoltrare la richiesta, scrivendo all'indirizzo: as-rm.didattica@beniculturali.it.

Le richieste saranno inserite nel calendario delle attività in base all'ordine in cui perverranno.